.
Annunci online

Voglio una vita che nasce, che accompagni lungo la via i miei pensieri... E li salvi.
Per ora, per un pò....Alessandra Amoroso
post pubblicato in Testi Canzoni, il 26 luglio 2009
 

Smetterò di guardare la foto di noi
due per ora per un pò'

riuscirò a frenare la sete e la fame
ancora non lo so
perchè con te era inutile
discutere tanto ero io a perdere

stanotte, ancora stanotte
lasciati immaginare accanto a me
ed io
ti cullerò e ti abbracierò
se vuoi dormirò
tra le tue braccia
ti stringerò e poi riderò

ancora
per ora, ancora, per un po' forse non lo so
per ora, ancora, per un po'

Girerò per la strada confusa e distratta
per ora, per un po'
riuscirò a placare
ansia e dolore ancora io non lo so

perchè con te é inutile
insistere tanto sono io a perdere

stanotte, per l'ultima notte
mi lascerò andare accanto a te
e poi
ti cullerò e ti abbraccerò
se vuoi dormirò
tra le tue braccia
ti stringerò e poi riderò
ancora
per ora, ancora, per un po' forse non lo so
per ora, ancora, per un po'
per ora, ancora, per un po' forse non lo so
per ora, ancora, per un po'
per ora, ancora, per un po'




permalink | inviato da LadraDiVento il 26/7/2009 alle 18:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Novembre...
post pubblicato in Testi Canzoni, il 23 novembre 2008

Ho difeso le mie scelte io ho
creduto nelle attese io ho
saputo dire spesso di no
con te non ci riuscivo.

Ho indossato le catene io ho
i segni delle pene lo so
che non volendo ricorderò
quel pugno nello stomaco.

A
novembre
la città si spense in un istante
tu dicevi basta ed io restavo inerme
il tuo ego è stato sempre più forte
di ogni mia convinzione ora a
novembre
la città si accende in un istante
il mio corpo non si veste più di voglie
e tu non sembri neanche più così forte
come ti credevo un anno fa
novembre.

Ho dato fiducia al buio ma ora sto
in piena luce e in bilico tra estranei
che mi contendono la voglia di rinascere

A
novembre

la città si spense in un istante
tu dicevi basta ed io restavo inerme
il tuo ego è stato sempre più forte
di ogni mia convinzione ora a
novembre
la città si accende in un istante
il mio corpo non si veste più di voglie
e tu non sembri neanche più così forte
come ti credevo un anno fa
novembre.
E tu parlavi senza dire niente
cercavo invano di addolcire quel retrogusto amaro
di una preannunciata fine.

A novembre
la città si spense in un istante
tu dicevi basta ed io restavo inerme
il tuo ego è stato sempre più forte
di ogni mia convinzione ora a
novembre
la città si accende in un istante
il mio corpo non si veste più di voglie
e tu non sembri neanche più così forte
come ti credevo un anno fa
novembre.

<a href='http://www.testicanzoni.org/testo-canzone-novembre-giusy-ferreri/'><img src='http://www.testicanzoni.org/wp-content/uploads/2008/10/ferreri-giusy-250.jpg' alt=''></a>




permalink | inviato da LadraDiVento il 23/11/2008 alle 1:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Che fantastica storia è la vita...
post pubblicato in Diario, il 12 luglio 2008
 

Adoro questo pezzetto di me fermo tra queste pagine virtuali.
Lo amo proprio. Ogni volta rileggermi è un'emozione fortissima,
rivivo ogni piccolo brivido di quel tempo passato...bello o brutto che sia.
Vorrei potermi dedicare ancora a tutto questo,
scoprire di saper ancora scrivere qualcosa...di saper trasmettere...
comunicare qualcosa di me... condividere usando parole, espressioni.
In questo momento la mia anima è troppo ricca in un certo senso, perchè
penso di saper comunicare di più nel disagio, l'urlo dei miei dissapori
è sempre stato più forte della mia felicità... e non so se sia un bene.
Vivo benissimo ora, ho molte cose che mi fanno stare veramente bene...
Coloratissima la mia vita...milioni di sfumature bellissime che compongono
un quadro stupendo...signori, ho trovato il mio equilibrio.





permalink | inviato da LadraDiVento il 12/7/2008 alle 14:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Che dire?
post pubblicato in Diario, il 24 giugno 2007

 Che strano ritrovarsi qui. Tornare a dedicarsi a qualcosa che in realtà, forse senza volerlo, avevi abbandonato del tutto. Rileggo distratta questo mio angolo di pensieri e parole riconoscendomi in qualche modo in tutto questo, un pò come tornare nella casa in cui hai vissuto per tanti anni... c'è proprio tutto qui. Mi mancava essere qui allo stesso modo di come mi manca essere in tanti posti, in tante situazioni... Sto attraversando un periodo di "mancanze" dal quale , sinceramente, non so se ne uscirò viva.

Era da un secolo che non mi fermavo un pò a scrivere, il tempo mi sta divorando... il lavoro...i pensieri e me stessa mi stanno divorando e così mi ritrovo in una ormai vecchia sera d'estate davanti ad un portatile, senza nemmeno riuscire ad esprimermi come vorrei, come un tempo sapevo fare. Le mie frasi si spezzano, forse semplicemente perchè i miei pensieri non hanno più quello scorrere impetuoso di una volta... credo mi si sia arrugginito un pò tutto.

Questa sera però dopo tanto mi sono soffermata a guardare le stelle...ed ho desiderato di poterle toccare... buttarci in mezzo il mio cuore come non ho più avuto il tempo di fare. I miei occhi si sono riempiti di "gocce di memoria", le stesse che suonavano nella mia testa. Pensieri stonati si sono fatti strada... altri non sono nemmeno nati... altri ancora mi hanno frastornato la mente....

Ho sonno... sono stanca...stressata.... triste e felice insieme... sana e malata contemporaneamente....

Buona notte 





permalink | inviato da LadraDiVento il 24/6/2007 alle 2:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Anche se...
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 19 giugno 2007
...le nuvole nel cielo saranno tante, non permetteranno mai alle stelle di spegnersi. 



permalink | inviato da LadraDiVento il 19/6/2007 alle 14:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Addio 2006… volte.
post pubblicato in Diario, il 30 dicembre 2006

Da buttare dall’inizio alla fine quest’anno.

L’anno scorso salutavo il 2005 con tantissima nostalgia, avrei voluto riviverlo ancora ancora e poi ancora. Adesso non vedo l’ora che il 2006 si concluda, un anno pieno di noie… amarezze… addii… sconfitte... tutte cose negative che mi hanno completamente cambiato il modo di vedere e vedermi.  

Addio 2006, non mi sembra nemmeno vero che tu stia davvero per finire, che mi stai veramente per salutare. Senza rabbia però posso dirti che è andata comunque bene anche così… tante cose mi sono servite… tantissime cose ho capito… errori e scelte che si spera non farò mai più.

Accolgo il nuovo anno con tanta speranza nel cuore. Non chiedo niente, solo un pò di salute.

 

Al prossimo...anno.




permalink | inviato da il 30/12/2006 alle 23:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
post pubblicato in Diario, il 31 ottobre 2006

Sto
 con una torcia
 dalle pile mezze scariche
 a cercare
 disperatamente
 quella strada
 che per ora nemmeno scorgo.




permalink | inviato da il 31/10/2006 alle 20:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Mi trovo a pensare su questo.
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 24 ottobre 2006

“Se otterrai quello che vuoi saprai cosa troverai”

…mi chiedo dunque: è sempre vero? Oppure desideri tanto una cosa…ma poi una volta avuta succede che non era come la immaginavi tu?

Io credo ultimamente di aver saputo a cosa andare incontro, cosa desiderare… ma l’ho fatto nel modo più basso… senza aspettarmi niente, ed ora posso dire che sono stata sorpresa… sono felice del risultato. E’ bello credere ancora in qualcosa…forse il mondo, il mio mondo, non sta veramente andando a rotoli. E come sempre potrò vivermi ogni cosa con uno spirito nuovo, in continuo rinnovamento… con una insaziabile speranza che credevo potesse venirmi a mancare.

Si apre ancora un nuovo spiraglio per il futuro…

Un foglio di carta è ancora protagonista e provvidenziale.

GRAZIE




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
post pubblicato in Citazioni, il 19 ottobre 2006

 "Si vive per anni accanto a un essere umano, senza vederlo. Un giorno ecco che uno alza gli occhi e lo vede. In un attimo non si sa perché, non si sa come, qualcosa si rompe: una diga tra due acque. E due sorti si mescolano, si confondono e precipitano."

Gabriele D'Annunzio




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 15:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Lentamente muore...
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 13 ottobre 2006

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, il colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare. Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità





permalink | inviato da il 13/10/2006 alle 20:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
Benjamin Constant, Adolphe
post pubblicato in Citazioni, il 11 ottobre 2006

Siamo creature talmente volubili,
 che i sentimenti che simuliamo finiamo per provarli




permalink | inviato da il 11/10/2006 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Ciò che rimane di una serata...(perchè tutto il "mangiabile" ce lo semo magnati!!)
post pubblicato in Poesia, il 8 ottobre 2006

“La strada è proprio quella

per andar alla Coccinella

di certo non ti puoi sbagliar

prima a sinistra poi a destra devi andar”

così Alessandro ci disse

e noi arrivammo evitando delle risse.

Con promesse abbellisce l’invito

e poi quando ci vede…punta il dito!

La sedia non ci sposta e le candele non ci fa vedere

e noi pensiamo: “come si permette questo….cameriere!”

Avvicinandomi al tavolo mi accorgo

che c’è una cosa che non scorgo

la cosa mi è sospetta

…qui manca la forchetta!

“La pizza arriva in ritardo”

ambè ce fai anche il bastardo?

Le ponze pensavamo di avere

noi abbiamo capito.. ce la volevi dare a bere!

“scusa dov’è il bagno?”

“in fondo a sinistra… ma tanto non ti accompagno"

in effetti la compagnia non c’è stata

ma…lei è tornata tutta schizzata.

Neanche il tempo di asciugarsi

che arriva “oh di qui tocca alzarsi!”

ne abbiamo abbastanza

ci fa addirittura cambiare stanza!

Lui lava e asciuga bicchieri a tutta forza

Ma se dice ancora “Aiutatemi” glie damo na scorza!

Poi ce se mette con le lumache di notte

tu non hai capito…mo te riempimo de botte!

Le lumache le vogliamo SOLO mangiare

altro che partire e andarle a cercare!

Tutto sommato sei nostro amico

Anche se, purtroppo, non se fico…

La prossima volta noi chiediamo, non del vino

ma candele, baciamano ed inchino!




permalink | inviato da il 8/10/2006 alle 1:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Quando l'aria mi sfiora - Massimo Modugno.
post pubblicato in Testi Canzoni, il 6 ottobre 2006

Abitare sopra un bar
davanti a un mare che
ha Inghiottito il mio passato
che oramai non torna più.
È dura senza te
difficile per me
capir che non ci sei
e non arriverai,
Andare a pesca e poi
sederci fra di noi
per bere in compagnia
senza un goccio di allegria,
E dura senza te
difficile per me
capir che non ci sei
e non arriverai,
Quando l'aria mi sfiora
ti sento avvicinare
quando l'aria mi sfiora
ti sento respirare
non mi giro a guardare
potresti per giocare
invece (tu) di abbracciarmi
dissolverti, sparire,
Lo sai
amico mio
ma che destino strano l'amo anch'io
e stringendola la sento
a volte con il vento
allontanarsi un attimo da me...
L'amore In noi
è grande e Immenso
mille e più coriandoli nell'aria
a volte puoi toccarlo è quasi denso
in mille pezzi ormai la nostra storia
se non apprezzi il suo profumo
poi diventa fumo
e se lo cerchi scopri che non c'è
la sabbia sotto i piedi
sprofonda appena un po'...
Dicesti «prima siedi
la mia risposta è no».
Ci credi solo tu
lo non ci credo più
adesso resto io e questo mare blu.
Quando l'aria mi sfiora
ti sento avvicinare
e di notte nel buio
ti sento respirare
non mi giro a guardare
potresti per giocare
invece (tu) di abbracciarmi
dissolvetti, sparire.
Lo sai
amico mio
ma che destino strano l'amo anch'io
e stringendola la sento
a volte con il vento
allontanarsi un attimo da me
l'amore in noi
è grande e immenso
mille e più coriandoli nell'aria
a volte puoi toccarlo è quasi denso
in mille pezzi ormai la nostra storia
se non apprezzi il suo profumo
poi diventa fumo
e se lo cerchi scopri che non c'è.
L'amore in noi
è grande e immenso
a volte puoi toccarlo è quasi denso
se non apprezzi il suo profumo
poi diventa fumo
e se lo cerchi scopri che non c'è


Dedicata ad una persona stupenda che è scomparsa 11 mesi fa
ma della cui assenza si soffre tutt'ora.
(Cuginella ti abbraccio fortissimo...so che mi leggerai)




permalink | inviato da il 6/10/2006 alle 13:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
In memoria di un grande uomo... Giovanni Falcone.
post pubblicato in Citazioni, il 4 ottobre 2006

"Bisogna compiere fino in fondo il proprio dovere,
qualunque sia il sacrificio da sopportare,
costi quel che costi,
perchè in ciò sta l'essenza della dignità umana"




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 11:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
"...e uscimmo a riveder le stelle..."
post pubblicato in Diario, il 2 ottobre 2006

Non esistono versi più indicati per descrivere il mio stato d’animo.

Per caso. E’ sempre così che iniziano le mie “avventure”, di qualsiasi genere esse siano.

Una parola, una sola, scritta su un foglio di carta, quanto valore può assumere! Non mi dilungo su questo argomento perché ancora, per scaramanzia non l’ho detto a nessuno a parte una mia amica, anche lei interessata alla questione!

Ebbene… per caso… o meglio, per sbaglio, finiscono anche le amicizie più belle di questa mia vita. Si arriva ad un punto morto dove la comunicazione non passa più,non ci si capisce più e tutto muore insieme ai punti.

Ancora per caso, o cmq certe volte per fortuna, finiscono esperienze che ti portano lontano da casa, e ti segnano nel profondo…perché una volta finite ti porti addosso le cicatrici… e le ferite che ormai non vogliono più essere leccate. Piuttosto ti fanno da contorno, diventano parte di te. E’ bello, in una vita scoprire anche di aver sbagliato strada e ripartire da zero per cercarne un’altra.  

E poi, a proposito di fine… d’improvviso ti viene in mente che questo anno è iniziato proprio così… con l’amarezza della fine della vita di una persona a te cara… proseguendo con la fine di un amore che ti ha cambiata, e ti ha fatto capire soprattutto che al mondo esistono persone che non vogliono essere aiutate o che, comunque, se lo vogliono… non sanno chiederlo il tuo aiuto, per quanto prezioso possa risultare.

“L’anno della fine” posso chiamarli questi miei quasi 365 giorni.

Ad un certo punto però… “si esce a riveder le stelle” e una serie di combinazioni ti dimostrano che non è tutto finito, anzi, forse non siamo che all’inizio. Ed è bello crederlo, è bello, caspita, guardarsi indietro e dire   VAFFANCULO, DOVEVA ANDARE SICURAMENTE COSI’ .

Il cerchio piano piano si chiude… e un sorriso si disegna sulle mie labbra.




permalink | inviato da il 2/10/2006 alle 21:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Adoro...
post pubblicato in Diario, il 30 settembre 2006

...l’odore dell’aria in queste sere che non sono più estate. Comincia a infreddolirsi l’aria e a riscaldarsi il mio cuore… Amico mio , carissimo inverno salutato con tanto affetto troppi mesi fa… tornerai… tornerai a farmi sentire viva…. A sussurrarmi tutta la bellezza di un fiocco di neve attaccato ad un ramo insieme ai suoi fratelli. Per adesso gli alberi si stanno solo spogliando… rimarranno secchi e bellissimi, suggestivi da morire.
Non sto più nella pelle.





permalink | inviato da il 30/9/2006 alle 22:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
L'Amore...
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 30 settembre 2006

L'amore è come una farfalla che più la insegui e più ti sfugge.
Sembrano più vivi i suoi colori quando vola vicino.
Se l'afferri il più delle volte le fai male.
Devi solo aspettare che si posi da sola sulle tue mani.





permalink | inviato da il 30/9/2006 alle 10:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 28 settembre 2006

AUDENTES FORTUNA IUVAT
(la fortuna aiuta gli audaci)




permalink | inviato da il 28/9/2006 alle 20:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Me so fissata co le poesie adè...e visto che è notte... e il gelsomino è la mia pianta preferita... e...e... Grazie Cecco per questo.
post pubblicato in Poesia, il 24 settembre 2006

Il gelsomino notturno

E s'aprono i fiori notturni,
nell'ora che penso a' miei cari.
Sono apparse in mezzo ai viburni
le farfalle crepuscolari.
Da un pezzo si tacquero i gridi:
là sola una casa bisbiglia.
Sotto l'ali dormono i nidi,
come gli occhi sotto le ciglia.
Dai calici aperti si esala
l'odore di fragole rosse.
Splende un lume là nella sala.
Nasce l'erba sopra le fosse.
Un'ape tardiva sussurra
trovando già prese le celle.
La Chioccetta per l'aia azzurra
va col suo pigolìo di stelle.
Per tutta la notte s'esala
l'odore che passa col vento.
Passa il lume su per la scala;
brilla al primo piano: s'è spento...
E` l'alba: si chiudono i petali
un poco gualciti; si cova,
dentro l'urna molle e segreta,
non so che felicità nuova.



...ho scritto come si scrive a scuola... il titolo rosso e il testo blu... torno fra i banchi... e sorrido ripensando alla scuola... bello!




permalink | inviato da il 24/9/2006 alle 1:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
il 30/01/2005 ... scrivevo questo... e ancora non sapevo...
post pubblicato in Poesia, il 22 settembre 2006

Bellissimo dono

profonda

immensa

gratitudine.

Guardaci

abbiamo bisogno.

Anime

sole.

Via da qui

adesso

pianissimo

per sempre.

Parlaci

sorridi

dimentica.




permalink | inviato da il 22/9/2006 alle 20:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Ispirazione notturna. Per la serie... "il sonno fa brutti scherzi"...
post pubblicato in Poesia, il 22 settembre 2006

Stanotte, mi son svegliata d’improvviso

e nella mia testa parlavo in rima a mio avviso

volevo come parlare di fate e leoni

ma mi son trovata con ladri e prigioni

passando anche per roba da mangiare

pensando a come meglio potermi saziare.

Conclusione definitiva e innocente

è che cerco sempre di più il suo sguardo tra la gente.

Lo vedo, e per caso lo sento

e il mio respiro comincia ad esser a stento

Vorrei ancora poterlo stringere

e dirgli “tu si che mi fai esistere

Stanotte il suo pensiero mi ha colto di sorpresa,

giuro, avrei dovuto pensare alla spesa!

Mi son ritrovata con vecchie note in testa

chiedendomi…”ed ora cosa resta…?”

Un film, una canzone ed un sorriso

possibile riesce a finire tutto all’improvviso?

Vorrei dimostrarti che senza te son indifesa

perché solo tu mi hai amata, presa e compresa.




permalink | inviato da il 22/9/2006 alle 0:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Dal film... American History X
post pubblicato in Frasi di Film, il 20 settembre 2006

L’odio è una palla al piede: la vita è troppo breve per passarla sempre arrabbiati, non ne vale la pena.




permalink | inviato da il 20/9/2006 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 20 settembre 2006

Dietro un grande uomo
c’è sempre una grande donna




permalink | inviato da il 20/9/2006 alle 12:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
La fessura
post pubblicato in Ho sentito dire..., il 19 settembre 2006

Un portatore d’acqua indiano tutti i giorni trasportava sulle spalle, appesi ad un bastone, due vasi di coccio pieni d’acqua. Uno di questi aveva una fessura e mentre il vaso integro portava a destinazione tutta l’acqua, l’altro perdeva parte del suo carico lungo la strada. Dopo parecchi mesi il vaso difettoso s’immalinconì poiché era cosciente di non portare a buon fine il suo compito. Così un mattino si fece coraggio e chiese scusa all’uomo che lo trasportava: per colpa sua magari non veniva neppure ricompensato dal suo padrone! L’altro gli chiese se non avesse mai osservato quanti bei fiori c’erano sul sentiero. “Hai fatto caso che sono cresciuti solo da una parte?” aggiunse, poi disse al coccio fessurato di aver sempre saputo del suo difetto e di averne anche approfittato: aveva così seminato fiori che le gocce d’acqua avevano annaffiato e lui li aveva raccolti per decorare la casa dei suoi padroni che ne traevano gioia. “Le tue crepe sono utili, altro che scusarsi!” gli disse!




permalink | inviato da il 19/9/2006 alle 12:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Dal film "Troy"...
post pubblicato in Frasi di Film, il 18 settembre 2006

"...Ti dico una cosa, una cosa che non insegnano nei templi.
Gli dei ci invidiano perchè siamo mortali
perchè ogni momento può essere l'ultimo per noi,
ogni cosa è più bella per i condannati a morte

e tu non sarai mai più bella di come sei ora.
Questo momento non tornerà..."




"...Tu mi hai dato la pace in una vita di guerra..."




permalink | inviato da il 18/9/2006 alle 22:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
10000 visite...
post pubblicato in Diario, il 17 settembre 2006

Sembra solo ieri che nei miei pensieri prendeva forma questo spazio da dedicarmi e dedicarvi. E’ passato un anno… e  più di 10000 persone son passate a guardarmi, a leggermi, a confrontarsi, a commentare o semplicemente a sbirciare i miei pensieri.

Ringrazio tutti, uno per uno per essersi fatti rubare un po’ di vento di tanto in tanto.

 

Semplicemente Grazie.




permalink | inviato da il 17/9/2006 alle 2:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
"Un tempo" - Ivano Fossati... ieri sera, la mia cuginetta mi ha fatto dono di questa bellissima canzone... condivido con voi il testo..
post pubblicato in Testi Canzoni, il 14 settembre 2006

Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno che hai voglia ad aspettare
un tempo sognato che viene di notte
e un altro di giorno teso
come un lino a sventolare.

C'è un tempo negato e uno segreto
un tempo distante che è roba degli altri
un momento che era meglio partire
e quella volta che noi due era meglio parlarci.

C'è un tempo perfetto per fare silenzio
guardare il passaggio del sole d'estate
e saper raccontare ai nostri bambini quando
è l'ora muta delle fate.

C'è un giorno che ci siamo perduti
come smarrire un anello in un prato
e c'era tutto un programma futuro
che non abbiamo avverato.

È tempo che sfugge, niente paura
che prima o poi ci riprende
perché c'è tempo, c'è tempo c'è tempo, c'è tempo
per questo mare infinito di gente.

Dio, è proprio tanto che piove
e da un anno non torno
da mezz'ora sono qui arruffato
dentro una sala d'aspetto
di un tram che non viene
non essere gelosa di me
della mia vita
non essere gelosa di me
non essere mai gelosa di me.

C'è un tempo d'aspetto come dicevo
qualcosa di buono che verrà
un attimo fotografato, dipinto, segnato
e quello dopo perduto via
senza nemmeno voler sapere come sarebbe stata
la sua fotografia.

C'è un tempo bellissimo tutto sudato
una stagione ribelle
l'istante in cui scocca l'unica freccia
che arriva alla volta celeste
e trafigge le stelle
è un giorno che tutta la gente
si tende la mano
è il medesimo istante per tutti
che sarà benedetto
, io credo
da molto lontano
è il tempo che è finalmente
o quando ci si capisce
un tempo in cui mi vedrai
accanto a te nuovamente
mano alla mano
che buffi saremo
se non ci avranno nemmeno
avvisato.

Dicono che c'è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che
c'era un tempo sognato
che bisognava sognare.

 




permalink | inviato da il 14/9/2006 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Pigro - Pino Daniele
post pubblicato in Testi Canzoni, il 13 settembre 2006

Resto....resto a letto,
mentre sento gia l'odore del caffe
ho tante cose da fare ma non mi importa niente
pigro come un gatto e di più
cerco un'idea per dipingere
la mia coscienza sociale o il buco dell'ozono
quello che la gente dice adesso non mi piace
quello che il mondo produce nooo non è mai pace...

Ritornello:

Ho bisogno di te
ho un maledetto bisogno di te
per riempire il mio cuore
per mettermi in discussione si
ogni volta che ho bisogno di te
ho un maledetto bisogno di te
per sentirmi sveglio
per dire che forse è meglio
avere tante abitudini
che diventare pigrooooo
pigroo

Presto...è già tardi
e ti guardo mentre bevi il mio caffè
il tempo non ti perdona
non ti perdona niente

Ritornello:

Ma ho bisogno di te
ho un maledetto bisogno d ite,
per riempire il mio cuore
per mettermi in discussione si
ogni volta che ho bisogno dite
ho un maledetto bisogno di te
per sentirmi sveglio
per dire che forse è meglio
avere tante abitudini, che diventare pigroooo

Quello che la gente dice adesso non mi piace
quello che il mondo produce non è mai pace...non è mai pace
uhhh uhhh uhhh uhhhh mmmh mhh




permalink | inviato da il 13/9/2006 alle 14:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Adoro questa frase...
post pubblicato in Citazioni, il 12 settembre 2006

"...Non perderti per niente al mondo
 lo spettacolo d'arte varia
di uno innamorato di te..."
Giosetta Fioroni, 'Cuore astratto' (1986)
(Paolo Conte)




permalink | inviato da il 12/9/2006 alle 19:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
11 SETTEMBRE 2001….11 SETTEMBRE 2006
post pubblicato in Citazioni, il 11 settembre 2006

Tutto ciò che le (mie) parole non riescono ad esprimere…

 

“Puoi chiudere gli occhi davanti alla realtà (qualche volta N.d.A.) ma non di fronte ai ricordi.”




permalink | inviato da il 11/9/2006 alle 18:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre       
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca